olfood_bannerexperience.jpg

SCARICA LA RIVISTA

SCARICA LA RIVISTA

Piccoli cuochi taglia 0-12 saranno di scena a Modena per una due-giorni all’insegna dell’annusare, toccare, dosare, impastare, miscelare, modellare, cuocere e mettersi alla prova, imparando cose nuove.
In programma il prossimo weekend 4 e 5 ottobre presso la Corte dei Melograni in strada Pomposiana 216 il Festival Nazionale di Cucina per bambini,
evento ideato da Laura Scapinelli e dallo staff de “La Bottega di Merlino”, libreria per ragazzi e laboratori creativi di Modena.
Piccoli quanto basta, i bambini “faranno i grandi in cucina” e potranno essere chef per un giorno; ci si divertirà a mescolare con le mani, spianare, dar forma alla frolla o alla sfoglia, ma l’esperienza ludica tra pentole e ingredienti vuole essere allo stesso tempo formativa, per insegnare ai piccoli le regole del mangiar sano.
I piccoli protagonisti in cucina aiuteranno a loro volta altri bambini, parte del ricavato della manifestazione sarà difatti devoluto in beneficenza alla onlus “Casina dei bimbi”, una realtà a sostegno dei bambini ammalati e delle loro famiglie
Con l’aiuto di chef stellati provenienti da tutta Italia e dall’estero e la supervisione di un’animatrice ogni piccolo partecipante potrà cimentarsi in fantasiose ricette e da quest’anno vengono messi ai fornelli anche i ragazzini più grandi, con l’inaugurazione della nuova sezione Teen Cooking - dagli 11 ai 14 anni, con ricette più audaci.
Parteciperanno all’evento Gianluca Fusto, pasticciere e consulente di fama internazionale, Marta Pulini del ristorante Franceschetta 58 e del Bibendum catering di Modena, Aurora Mazzucchelli del ristorante Marconi di Sasso Marconi, Luca Marchini dell’Erba del Re di Modena, Ascanio Brozzetti pastry chef al Ristorante Le Calandre di Padova, Marcello Leoni del ristorante Leoni di Bologna, Yoji Tokuyoshi già sous chef de La Francescana di Modena, e Massimo Bottura del tre stelle Michelin Osteria Francescana di Modena.

Ecco una serie di gustose creazioni condite da un pizzico di fantasia. Certo il vero gusto è fatto anche di pochi sapori ma la creatività resta uno degli aspetti più importanti dell’arte culinaria. In queste immagini l’immaginazione e il gusto personale prendono vita in “cibo per occhi”.
È tutto ricreato attraverso semplici alimenti, il riso, verdure o la schiuma di latte, tanti smile e occhi spalancati sembrano riprodurre vere emozioni sui musetti dei soggetti animali protagonisti, e così capita che gli occhietti chiusi di un orsetto che dorme al coperto di una omelette fanno tenerezza e regalano un sorriso.
Sembrano davvero muoversi tutti in gruppo per tuffarsi in un “mare di zuppa al curry” i piccoli panda, oppure come fermi dinanzi all’obiettivo con tanto di set scenografico zen in un’altra foto.
Il gattino sembra essere il soggetto preferito dai designer della cucina: il gattino sul bordo di una tazza di caffè, fatto di sola schiuma di latte e che si tuffa in un cappuccino, dormiente avvolto in una fettina di pane e oppure tutto immerso nel caffe con appena in superficie i soli baffetti.

gattino 1gattino 2

 

http://cucina.corriere.it/foto-gallery/14_settembre_17/panda-orsi-polari-pinguini-quando-cucina-creativa_5daaf496-3e7a-11e4-af68-1b0c172fb9a5.shtml

Bavarese con mirtilli e biscotto integrale all’avena

Per 8 persone

Bavarese

400 g mirtilli freschi
200 g panna montata
50 g tuorli
50 g zucchero
4 fogli Colla di Pesce

Montare a neve gli albumi con lo zucchero, porre in frigorifero per almeno 1 ora. Aggiungere la Gelatina precedente ammorbidita in poca acqua tiepida. Quindi aggiungere delicatamente la panna montata.
Porre la bavarese negli stampini con un leggero strato al centro di mirtilli freschi e ricoprire con un leggero strato di Coulis di mirtillo. Porre in frigo almeno 5\6 ore prima di servirla.

Biscotto integrale all’avena

230 g farina Integrale
230 g farina di Avena
4 cucch. fiocchi di Avena
4 cucch. zucchero di Canna
4 cucch. burro Ammorbidito
4 cucch. latte
sale
1\2 bustina lievito

In un recipiente mescolare il burro con lo zucchero, quindi aggiungere il latte. Una volta ottenuto il composto omogeneo aggiungere le farine ed i cereali, il pizzico di sale ed infine il lievito. Modellare il biscotto a piacimento e cucinare in una teglia a 180°C per circa 15 minuti.

Ximena Miron
“Ristorante Miron”, Nervesa della Battaglia, Treviso
per Cocofungo 2014

Risotto al tartufo estivo, crema di finferle gialli e neri
con emulsione di mascarpone e spinaci

Per 4 persone

250 g riso Carnaroli
200 g finferli misti
100 g spinaci in foglia
100 g mascarpone
50 g tartufo nero estivo
Parmiggiano Reggiano
50 g burro
150 g panna liquida
olio extra vergine d’oliva
1 cipolla
1 spicchio aglio
1 sedano
carote
bicchiere di vino bianco
sale
pepe

Fare un brodo vegetale con sedano, carote, cipolla e 2 l litri d’acqua. Lavare gli spinaci, sbollentarli in acqua bollente per 2 minuti, scolarli e raffreddarli con acqua ghiacciata. Mondare e lavare i funghi.
In una casseruola soffriggere aglio e cipolla, aggiungere i funghi e cuocerli per 3-4 minuti; tostare assieme al riso, sfumare con il vino bianco, aggiungere sale e pepe e continuare la cottura con il brodo. Nel frattempo scolare gli spinaci, emulsionare con il mixer e un po’ di olio extravergine fino ad ottenere una crema. In una ciotola fare altrettanto con il mascarpone e la panna, aggiustare di sale e pepe.
A cottura ultimata al dente, mantecare con il Parmiggiano, burro e una grattuggiata di tartufo nero estivo. Impiattare in una fondina, disporvi sopra a gocce le due emulsinoni e affettarvi il rimanente tartufo.

Le Marcandole di Salgareda (Tv)
per Cocofungo 2014

“Zuf” vegano su finferla ner e crema cruda di anacardi all’olio ciociaro

“Zuf”
200 g di zucca cotta sgocciolata
80 g polenta cotta gialla
5 amaretti
noce moscata
sale
Cuocere la polenta in acqua salata e lasciarla riposare per circa 35 minuti. Nel frattempo lavare tagliare a pezzettoni e pulire dai semi la zucca, metterla in forno in una placca coperta con carta stagnola a 120°/130°C per circa un’ora. A cottura ultimata togliere la polpa dalla buccia sistemarla nella tamina e lasciarla sgocciolare. Infine frullarla. Unire la polenta cotta, la noce moscata, gli amaretti sbriciolati; mescolare il tutto e regolare di sale. A caldo sistemare il composto negli stampi e lasciar raffreddare. Solo a freddo stampare.

Salsa di anacardi
100 g di anacardi
30 g olio ciociaro
acqua
sale
Lasciare a bagno qualche ore gli anacardi. Dopo averli lavati, sistemarli in una pentola e versare olio e acqua fino quasi a coprirli. Frullare il tutto regolando di sale fino ad ottenere una crema sostenuta.

Finferla nera
200 g finferla nera
sale
olio extravergine d’oliva
Dopo aver curato e lavato le finferle, trifolarle in olio regolando di sale fino a cottura ultimata.

Gigetto, a Miane
per Cocofungo 2014

Tagliata di melanzane con trifolata di porcini, zucca e bietola

Per 4 persone

2 melanzane di media grandezza
200 g di scamorza affumicata
2 uova
latte
pane gratuggiato
erbe (timo, salvia, rosmarino, maggiorana)
150 g porcini
150 g zucca
bietola
q.b. sale
q.b. pepe

Pelare le melanzane, tagliarle a fette con uno spessore di 2 cm, salare e passarle al forno per ca. 5 minuti. Prepariamo un “sandwich” (fetta di melanzana, erbe tritate, scamorza, erbe tritate, fetta di melanzana). Prepariamo un’impanatura con le uova, il latte, il pane grattuggiato e la rimanenza delle erbe, quindi impaniamo il “sandwich” di melanzane. Friggiamo il tutto in padella per 4/5 minuti fino a quando abbiamo un bel colore dorato e serviamo insieme alla trifolata di porcini, zucca e bietola.

Osteria Der Katzlmacher, Monaco di Baviera (Germania)
per Cocofungo 2014

Cestino di Cappuccio ai sapori autunnali

Per 4 persone

200 g zucca gialla
200 g ceci
4 porcini
200 g finferle gialle
1 patata olandese
1 cappuccio bianco
1 scalogno
olio
sale, pepe, dragoncello

Cuocere a fuoco basso le quattro teste di porcini con olio extra vergine, dragoncello ed uno spicchio d’aglio; soffocare con un coperchio. A parte, pulire e tagliare a dadini la patata e la zucca. Soffriggere lo scalogno tritato, unire la zucca e la patata e cuocere per 15 minuti. Sbollentare le foglie del cappuccio in acqua calda salata e poi scolare. Pulire e trifolare le finferle gialle; bollire i ceci in acqua e sale.
Disporre sopra una foglia di cappuccio la zucca e le patate, un cucchiaio di finferle, un cucchiaio di ceci ed una testa di porcino stufata. Richiudere la foglia su se stessa e scaldare in forno a 150°C per 15 minuti. Con il resto dei ceci ottenere una vellutata con la quale fare uno specchio e poi servire.

Ristorante Sansovino Castelbrando Da Palazzi di Cison di Valmarino
per Cocofungo 2014

Riso Venere con finferli al timo su testa di procino al forno

Per 6 persone

300 g riso Venere
200 g finferli piccoli puliti e lavati
1 aglio spicchio medio
50 g prezzemolo leggero
q.b. olio di oliva leggero
1 rametto timo fresco
6 porcini aperti interi
150 g papate
q.b. sale
q.b. pepe

Lavare bene i porcini uno ad uno, poi dividere le teste dai manici, quest’ ultimi vengono tagliati sottili a lamelle.In una teglia mettere dell’olio con poco aglio tritato e prezzemolo, rosolare lentamente, disporvi le teste e anche i manici tagliati sottili, sale, pepe e coprire per 5 minuti; poi si girano le teste con le lamelle sopra e si passano al forno per altri 10 minuti. Quindi si tolgono dal forno, si separano le teste dal fondo di cottura, e si aggiungono le patate tagliate a cubetti piccoli, mezzo litro di brodo di carne; far bollire lentamente fino a cottura delle patate, deve risultare quasi una vellutata. I finferli puliti e lavati bene si cuociono coperti con olio, aglio tritato e prezzemolo, così appassiscono velocemente e rimane tutta la loro acqua.
Il riso si cucina in abbondante acqua salata, ci vogliono circa 40 minuti, in questo caso lo scoliamo dopo 30 minuti e lo mescoliamo ai finferli, si lascia cucinare ancora per 7 minuti, così assorbe il profumo ed il gusto; concludere con il timo fresco tritato e lasciando intiepidire, infine si riempiono delle formine e si fa riposare.
Servire in un bel piatto per primo la testa di porcino ben calda con sopra lo sformatino di riso passato in forno per5 minuti, aggiungere qualche cucchiaio di brodetto di porcini e patate, servire con guarnizione di un rametto di timo.

Ristorante Da Celeste, Volpago del Montello
per Cocofungo 2014

Tulipano di Rotzo e porcini marinati su crema di zucchine
e sfera di Vezzena all’aceto di ciliegie

Dosi per 4 persone

Cestini di patate con funghi
2 patate di Rotzo
300 g porcini freschi del Tirolo
q.b. ginepro, pepe nero, coriandolo
300 g olio extra vergine di oliva
q.b. sale
1 cucchiaio di zucchero
Fare quattro cestini con le patate tagliate finemente con una mandolina; cuocere in microonde per ¾ minuti, fare la forma e seccare in forno. Nel frattempo preparare la marinata per i porcini con olio extra vergine di oliva, le spezie, il sale, lo zucchero e un bicchiere di vino bianco. Pulire e tagliare i porcini e cuocerli per cinque minuti.

Sfere di formaggio
g 150 Vezzena
g 150 Grana Padano
g 150 albumi
Grattugiare i due formaggi, unire gli albumi e impastare formando delle sfere che poi friggerete.

Crema di zucchine
g
100 scalogno
g 300 zucchine
g 50 olio extra vergine di oliva
q.b. sale e pepe

Montaggio
Comporre il piatto con la crema di zucchine a specchio, sul piatto porre il cestino di patate con i porcini marinati e infine la sfera di formaggio fritto. Per ultimo la riduzione di aceto di ciliegia di Vignola e servire.

Ristorante Barbesin di Castelfranco Veneto
per Cocofungo 2014

È partita da Venezia la storica rassegna gastronomica trevigiana Cocofungo, dedicata al prodotto simbolo dell’autunno, in programma fino al prossimo 31 ottobre.
La rassegna celebra le proprietà salutistiche del fungo con una “voce tutta Veg”. La parola è affidata ai ristoratori Cocofungo che, accanto alle classiche proposte con carne e pesce, hanno inserito in menu un piatto vegetariano. Per anni valorizzato come ingrediente light, profumato, versatile e simbolo della cucina delle Prealpi trevigiane, il fungo si presenta quest’anno come l’alternativa veg che sorprende e conquista incontrando i gusti di coloro che anche al ristorante vogliono seguire diete vegetariane e correttamente bilanciate.
Prossimo appuntamento l'1 e 2 ottobre a Casa Gobbato, Volpago del Montello con il ristorante Da Celeste; dal 9 al 12 ottobre toccherà al ristorante Miron di Nervesa della Battaglia stupire gli ospiti, mentre il 15 e il 16 ottobre la rassegna varcherà i confini nazionali per approdare a Monaco di Baviera, in Germania, all’osteria Der Katzlmacher. Il 17 ottobre serata gourmet al ristorante Barbesin di Castelfranco Veneto, il 24 ottobre al Ristorante Sansovino Castelbrando Da Palazzi di Cison di Valmarino; a conclusione della rassegna le tre cene finali Da Gigetto, a Miane.
Preparate con soli prodotti di qualità e a km zero, le ricette dei ristoratori Cocofungo, Gruppo Ristoratori della Marca Trevigiana (Unascom-Confocommercio), sono disponibili in Ricette dal mondo Cucina di Pasticceria Internazionale su
http://www.pasticceriaextra.it/ricette-dal-mondo-cucina.html

 

www.cocofungoradicchio.it

che_fame_web.jpg

SCARICA LA NOSTRA APP

pi_app.jpg
ce_app.jpg

Visita il nostro E-Shop

Visita il nostro E-Shop

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter
cerco-offro.jpg
nostri-distributori.jpg
Copyright © - 1998-2021 Chiriotti Editori s.r.l. All rights reserved
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy Tel. +39 0121 393127 - Fax +39 0121 794480 Partita Iva e Codice Fiscale 01070350010

Chiriotti DEM Popup