banner_webinar_marzo_tavola-disegno-1_tavola-disegno-1_tavola-disegno-1.jpg

SCARICA LA RIVISTA

SCARICA LA RIVISTA

“Spesso le cose sembrano difficili solo perché pensiamo di non farcela a realizzarle. È nell’agire che le paure cadono e l’uomo diventa creativo. Partendo da questo assunto - spiega Roberto Carcangiu – Presidente Associazione Professionale Cuochi Italiani – abbiamo costruito insieme ai Consiglieri e allo Staff APCI i contenuti e il programma di questa edizione”. Così il presidente presenta il Congresso Nazionale APCI, la due giorni che vuole essere momento formativo e associativo, e come consuetudine all’insegna dei buoni sentimenti e del piacere di stare insieme.

LOGO TRICOLORE APCI piccolo

Oggi cornice dell’evento e della consegna dell’Onorificenza Professionale alla Carriera, Les Toques Blanches d’Honneur - i Cappelli d’Onore, un tempio dell’enogastronomia nel cuore della Puglia, il Nova Yardinia Resort di Castellaneta Marina (TA), il cui comparto Food&Beverage è coordinato dallo Chef Vito Semeraro, Presidente APCI Regione Puglia.

Così la Pasticceria e Cioccolateria del Capitano Rosso di Torino invita dilettanti già in possesso di qualche competenza e principianti a soddisfare la propria curiosità, apprendere tecniche e ricette di pasticceria ed esprimere la propria creatività.
Dalle ore 18:30 alle 22:00, nelle serate di mercoledì 5 e venerdì 7 novembre alla Cambusa del Capitano Rosso in Corso Traiano 154 ci saranno incontri tematici sulla lavorazione del cioccolato, decorazioni in pasta di zucchero e preparazione di torte monumentali e wedding cake.
Il 5 novembre ci si dedicherà al cioccolato. Si inizierà con il temperaggio manuale, operazione fondamentale per qualunque tipo di lavorazione perché indispensabile per ottenere lucentezza e durata e per consentire il distacco del cioccolato dagli stampi. Si realizzeranno soggetti natalizi in cioccolato, sfere natalizie, decorazioni per l’albero di Natale, oltre ad arancini, limoncini, praline e cioccolatini di facile realizzazione casalinga; si apprenderanno inoltre le tecniche base di scrittura e decorazione a mano libera.
Il 7 novembre si affronteranno invece le tecniche di base per la realizzazione di torte da ricorrenza ovvero la farcitura, ricopertura, decorazione, la realizzazione di fiocchi, drappi e sweet lace, ecc.
Pensati per consentire di realizzare queste stesse specialità a casa e con le normali attrezzature domestiche, lo scopo dei corsi è far sì che tutti i partecipanti arrivino a padroneggiare le tecniche di base, senza tralasciare un po' di utili “trucchi del mestiere”.
Ai partecipanti saranno forniti tutti i materiali e le attrezzature necessari alle varie fasi di lavorazione e a fine corso riceveranno un attestato di partecipazione. Sponsor delle serate di corso Barry-Callebaut, Friesland Campina-Debic, Giuso, Modecor, Luxardo, Associazione Culturale Piemonte Mese e Piemontemese.it.
Su prenotazione è possibile organizzare incontri per singoli o gruppi su argomenti anch’essi da concordare su richiesta.

Per informazioni e prenotazioni:
Tel. 011 6190638, 011 6192818
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Schermata 2014-10-20 alle 09.10.30

kg 0,650 Farina di grano duro
kg 0,650 Farina W 280-300
kg 0,300 Farina di castagne
kg 0,020 Malto
kg 0,070 Sale
kg 0,070 Lievito di birra
kg 0,250 Olio extra vergine
kg 0,800 Latte intero
kg 0,200 Castagne bianche
kg 0,150 Scalogno tritato e stufato
q.b. Peperoni secchi tritati

Impastare nella tuffante gli ingredienti, tranne castagne a cubetti, scalogno e peperoni; lavorare per 15 minuti, poi aggiungere gli ingredienti rimasti e impastare ancora per 3 minuti; la temperatura dell’impasto deve essere di 24°-25°C.
Formare un pastone e passare in cella di lievitazione a 28°-30°C con umidità 20-30% per 20 minuti.
Realizzare delle tartine da 20-30 g, disporre su teglie con carta da forno, schiacciare con le mani, quindi porre in cella di lievitazione per 60-90 minuti a 27°C e 20-30% di umidità e 5 minuti a temperatura ambiente.
Infornare con umidità a 200°C per 15 minuti, togliere dal forno e pennellare con burro in pomata, cospargere con la brunoise di castagne, granella di nocciola e farina di castagne.

Tratta da "Manuale della Panificazione Italiana", Teresio Busnelli
Chiriotti Editori

Per acquistare
http://shop.chiriottieditori.it/index.php?route=product/product&filter_name=manuale&product_id=253

kg 0,750 Farina di grano duro
kg 0,750 Farina W 280-300
kg 0,020 Malto
kg 0,070 Sale
kg 0,070 Lievito di birra
kg 0,750 Latte intero
kg 0,100 Purea di zucca
kg 0,150 Cubetti di zucca
kg 0,150 Fiori di zucca
kg 0,150 Olive
kg 0,100 Cipollotto stufato
q.b. Prezzemolo tritato

Impastare nella tuffante gli ingredienti, tranne i cubetti di zucca, cipollotto, fiori di zucca, prezzemolo e lavorare per 15 minuti; aggiungere il resto degli ingredienti ed impastare ancora 5 minuti; la temperatura dell’impasto deve essere di 24°-25°C.
Formare un pastone e passare in cella di lievitazione a 28°-30°C con umidità 20-30% per 20 minuti.
Realizzare delle tartine da 20-30 g, disporre su teglie con carta da forno, schiacciare con le mani, quindi porre in cella di lievitazione per 60-90 minuti a 27°C e 20-30% di umidità e 5 minuti a temperatura ambiente.
Infornare con umidità a 200°C per 15-18 minuti, togliere i panini dal forno, pennellarli con burro in pomata, brunoise di zucca, fiori di zucca ed erba cipollina; infornare per altri 3 minuti.

tratta da "Manuale della Panificazione Italiana", Teresio Busnelli
Chiriotti Editori

Per acquistare:
http://shop.chiriottieditori.it/index.php?route=product/product&filter_name=manuale&product_id=253

A Parigi è andata in scena la Sicilia con una “sfilata enogastronomica” organizzata da Eat Well, in collaborazione con la Presidenza della Regione Sicilia, il Consolato Generale d’Italia a Parigi e I.Di.Med: protagonisti i più tipici prodotti siciliani presentati dagli chef parigini capitanati da Yves Camdeborde, Le Comptoir du Relais, uno dei ristoranti più quotati in riva alla Senna.

Nel palazzo del Consolato Generale d’Italia in Francia, tra le diverse eccellenze del territorio la delegazione di “ambasciatori” del Made in Sicily ha presentato l’Olio  Extra Etico prodotto da Nicola Clemenza, presidente del consorzio Consumo Critico federazione Antiraket Italiani, il Gambero Rosso di Mazzara del Vallo, il Marsala  dell’azienda agricola Curatolo Arini presentato nei cocktail del  barman fuoriclasse Oscar Quagliarini.

È stata la cosiddetta regina dei dolci a concludere la serata glamour di toni mediterranei: il maestro pasticcere Nicola Fiasconaro si è esibito in una performance live preparando la cassata siciliana.

Con il motto “nutrire il pianeta energie per la vita” la stella del Rugby Andrea Lo Cicero ha affrontato invece il tema del valore dello sport all’interno della Dieta Mediterranea, tema protagonista di EXPO 2015.

www.fiasconaro.com

Maestro Pasticcere Nicola Fiasconaro

Prende il via oggi l’appuntamento con “la cultura del cibo, il cibo nella cultura” per una tre giorni di presentazione e confronto su quanto di più significativo matura nel settore editoriale dell'agroalimentare, dell'enogastronomia, della storia del cibo e dei romanzi.

Organizzato da Agra editrice in collaborazione con il Comune e le Terme di Montecatini, torna il Festival della Cultura Gastronomica di Montecatini Terme Food&Book che riunisce nella cittadina toscana noti scrittori che raccontano il cibo e chef stellati che lo esaltano nelle loro ricette e spesso in libri di successo.
Si farà il punto sulle tendenze emergenti e sui relativi fenomeni socio-economici del settore agroalimentare; sperimentazioni sul campo e degustazioni selezionate coinvolgeranno importanti professionisti e in modo attivo il pubblico nelle tante iniziative in programma: showcooking e cene, presentazioni di libri, “a tavola con lo scrittore” e “a colazione con lo scrittore”, il villaggio dei ragazzi Food&Book Junior, la camper Gourmet Cup e la mostra “I Menu storici della Regia Marina”.
Per tutti coloro che da tempo custodiscono un libro nel cassetto, Food&Book sarà anche un’importante occasione per poter presentare agli editor di 10 importanti case editrici italiane presenti al festival il proprio progetto a carattere gastronomico e, grazie al concorso "Un libro fuori dal cassetto", avere la possibilità di vederlo realizzato “su stampa”.

www.foodandbook.it

Una bella Torino soleggiata ha ospitato, per la prima volta in uno dei luoghi storici nel cuore cittadino, i Maestri panificatori provenienti da tutta Italia. In 15 mila in coda lo scorso week end al Museo del Risorgimento per deliziarsi con i lievitati artigianali e per assaggiarli in abbinamento alle specialità dei tanti Maestri del Gusto presenti all’evento.
Numerosi i visitatori allo stand di Genova con la focaccia di Recco e le altre specialità liguri, così come al forno Ruffa di Caselle, che con i panificatori torinesi ha  preparato pizze, grissini e pane devolvendo le offerte per la degustazione a favore degli Asili Notturni Umberto I di Torino.
“Una Mole di Incontri” a cura di Alessandro Felis ha accolto ospiti di eccezione, come Maria Caramelli direttore dell’Istituto Zooprofilattico di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, il nutrizionista Giuseppe Rovera, il docente universitario Amedeo Reyneri e il maestro panificatore Piergiorgio Giorilli, che hanno approfondito vari aspetti legati al pane e all’alimentazione.
Un centinaio di bambini si sono cimentati in golose preparazioni della merenda nei laboratori organizzati per i più piccoli con la Centrale del Latte.

 

Versare all’interno degli stampi del fondente temperato, riempire bene e svuotare lo stampo facendolo vibrare leggermente; ripetere l’operazione due volte facendo attenzione che fra un passaggio e l’altro il cioccolato non cristallizzi troppo. Raffreddare a circa 10°-12°C per almeno 24 ore. Fare lo stesso anche con gli anelli e con le altre parti. Una volta tolti gli alberi dallo stampo, procedere con la decorazione: frutta sabbiata, canditi, frutta secca disidratata...

 
Massimo Alverà
Pasticceria Alverà - Cortina d’Ampezzo

Foto Nikoboi

ALBERELLI____.JPGALBERELLI_.JPGALBERELLI__2.JPG

Intuito geniale o provvidenza divina, dalla sua prima entrata in scena tra tradizioni e leggende, il caffè, grazie all’intraprendenza di viaggiatori, avventurieri e botanici ha raggiunto ogni dove ed oggi accompagna e appassiona.
Fiori bianchi dal profumo intenso, frutto carnoso come una ciliegia: il caffè, diavolo o panacea di tutti i mali?
Era il 1592 quando il botanico e medico Prospero Alpino parlava di una bevanda molto usata in Egitto, la caova, e ne esaltava gli usi curativi; la comparsa in Europa è datata presumibilmente 1615, grazie ai mercanti veneziani che seguivano le rotte marittime verso l’Oriente. Non mancarono certo remore e pregiudizi religiosi e culturali che fecero presto a diffondere l’idea del caffe quale bevanda dagli effetti diabolici, perché nera o perché dal sapore amaro, di certo perché proveniente dall’Oriente islamico. Angelo Rambaldi ne esaltava invece le proprietà curative. Sorseggiandone una tazzina, Papa Clemente VIII alla fine lo battezzò e la prima bottega aprì i battenti nel 1683 a Venezia.
In occasione dell’80esimo compleanno della famosa caffettiera Bialetti, le Scuderie di Palazzo Ruspoli a Roma propongono - fino al 12 ottobre - un viaggio alla scoperta della storia del caffè e della moka.
In esposizione esemplari della popolare Bialetti mai presentati al pubblico, dalla capostipite Moka Express edizione 1933, le successive evoluzioni, fino alla versione dei nostri giorni.

È stata l’occasione per vedere gli occhi brillare di chi ha avuto una possibilità per mostrare il proprio talento. Si è conclusa con successo la tre giorni catanese Cake Sugar Chocolate 2014 dedicata al cake design e noi di Pasticceria Internazionale, presenti in Area Media, ve ne abbiamo dato qualche “assaggio” con scatti fotografici pubblicati sulla nostra pagina https://www.facebook.com/pasticceriaextra. Qui vi presentiamo i vincitori.

Pasticciere lui e cake designer lei, la coppia creativa composta da Giovanni Mangione e Anna Virgilio si è distinta nella La Ville Lumière Competition. Hanno vinto il 1° Premio e di diritto entreranno a fare parte con demo live e con l'esposizione della propria torta al Forum Internazionale della Pasticceria e del Cake Design, organizzato da Conpait, Ifse, Pasticceria Internazionale, Tervi ed Ente Fiera Rimini per Sigep 2015.

Il 2° Premio è andato a Gianfranco Carbonaro, che sarà due giorni ospite in laboratorio al fianco dei gelatieri-pasticcieri di Elenka.Delizie da competizione al Cake Sugar Chocolate 2014.

che_fame_web.jpg

SCARICA LA NOSTRA APP

pi_app.jpg
ce_app.jpg

Visita il nostro E-Shop

Visita il nostro E-Shop

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter
cerco-offro.jpg
nostri-distributori.jpg
Copyright © - 1998-2020 Chiriotti Editori s.r.l. All rights reserved
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy Tel. +39 0121 393127 - Fax +39 0121 794480 Partita Iva e Codice Fiscale 01070350010

Chiriotti DEM Popup