banner-p-extra-sett.19.jpg

ABBONATI ALLA RIVISTA

ABBONATI ALLA RIVISTA

Prima Stella Michelin 100% biologica per il ristorante Elsa del MonteCarlo Beach grazie alla rivoluzionaria filosofia gastronomica dell’Executive chef Paolo Sari.
Quella dello chef Sari è una storia fatta di passione per il cibo e di rispetto per le materie prime, da Venezia approda al Principato di Monaco con la sua cucina autentica, forte di un background culinario italiano e di una lunga esperienza internazionale.
Ho voluto modificare la politica degli acquisti”, spiega. “Ho chiesto d’essere informato nei minimi dettagli sui prodotti da noi impiegati, per esempio la provenienza delle carni, delle seppie, o ancora della salvia, degli scalogni e dell’aglio novello, tutti ingredienti che poi entrano a far parte dei nostri piatti. In assenza di trasparenza e correttezza, non si può parlare di cucina autentica”.
Il suo omaggio al Mediterraneo si traduce in un’armoniosa creazione al piatto: i prodotti della terra incontrano quelli del mare, tutti rigorosamente biologici e a km 0; la proposta in menu attraversa le stagioni con qualità, equilibrio, gusto e sobrietà.
I prodotti dell’orto sono i grandi protagonisti di molte delle deliziose proposte culinarie dello chef stellato che comprendono il Bio Sama, un piatto a base di carote, zucchine, cipolle verdi, erbe del giardino, olio di oliva e sale della Camargue, ma anche i carciofi crudi e cotti, la Ratatouille 2014, i finocchi mini, i piselli piccoli in una deliziosa vellutata ai fiori di zucca, i fagioli e le patate novelle di montagna, una vera rarità della Costa Azzurra.

www.montecarlosbm.com
www.paolosari.com

Diretta stadio questa sera su Rai Uno al Franchi di Firenze per la 23esima “Partita del Cuore”.
Si festeggiano i 20 di vita di Emergency, ong che dalla sua nascita ha curato oltre 6 milioni di persone in 16 Paesi: in campo la Nazionale Italiana Cantanti e la rappresentativa Emergency con l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare all'avviamento di un poliambulatorio a Castel Volturno e all'acquisto di nuove attrezzature per il Centro Salam di cardiochirurgia a Khartoum, in Sudan.
L’incontro vedrà moltissime “stelle” giocare per beneficenza e anche il gelato artigianale farà la sua entrata in campo, grazie al maestro gelatiere Sergio Dondoli della Gelateria Dondoli di Piazza della Cisterna a San Gimignano, da sempre distintosi per la qualità, la creatività e l’attenzione data ai prodotti del territorio, fra i migliori luoghi gourmet del mondo.
Il campione del mondo del Gelato “che tifa viola” crea e brevetta per l’occasione il gusto “Curva Fiesole”: ricotta di pecora e mirtillo di montagna rievocare i colori della squadra fiorentina.
Il gusto al sapore di Fiorentina verrà offerto a tutti i tifosi!

www.gelateriadipiazza.com

www.emergency.it

Ispirato al titolo del libro dedicato ai vent’anni di carriera e ai 1000 match disputati da Andre Agassi, Open è il ristorante del Foro Italico con il reparto pasticceria Dolce all’interno della terrazza entertainment in occasione degli Internazionali BNL di tennis.
Dolce “mette in campo” il suo chef pâtissier Alessandro Capotosti e allestisce per l’occasione un laboratorio di pasticceria. Il giovane genio creativo sfida tutti i golosi giunti all’evento a resistere ad una “dolce partita”, perché come lui stesso ci racconta: “il piacere di gustare un dolce è come un gioco”.
Ma agli Internazionali “non si gioca”, qui l’offerta gastronomica è davvero di rilievo grazie alla fantasia di Capotosti e al suo fornitore di fiducia di cioccolato, Chocolate Collefiorito.
La bravura, l’opulenza e la maniacalità dello chef patissier incontra il blend Collefiorito creato apposta per lui, un amore nato come ad occhi chiusi per quel tocco in più al palato che fa percepire l’artigianalità di un buon cioccolato.
Le preparazioni offerte sono tutte create con un 60% non ogm, senza grassi idrogenati, indicato per i celiaci e con certificazione Kosher. Un tipo di cioccolato versatile alle tante creazioni del pasticciere e che si propone per un palato più ampio.
Dolce rappresenta quindi una sinergia nella ricerca dell’eccellenza, il giovane pasticciere che collabora col suo cioccolatiere di fiducia e regala emozioni e quel po’ di peccato che è l’emblema del dolce.

Davide Comaschi,
Eccellenza lombarda

Durante la kermesse enogastronomica Taste di Milano, lo scorso 9 maggio si è svolta la cerimonia di premiazione per I R-Innovatori della Terra-Eccellenze dell’Agricoltura Lombarda. Istituito dalla Regione Lombardia in collaborazione con Expo Milano 2015, il premio vuole celebrare e premiare le eccellenze dell’agroalimentare Lombardo.
Davide Comaschi, campione mondiale di cioccolateria e capo pasticcere presso la Pasticceria Martesana di Milano, è stato insignito del significativo titolo, assieme ad altre9 selezionatissime realtà.
Il Direttore Affari Istituzionali Roberto Arditti e l’Assessoreregionale all'Agricoltura Gianni Fava hanno spiegato ai presenti: “Abbiamo premiato quei soggetti cheriteniamo possano essere gli ambasciatori del gusto e delle produzioni della prima regione agricola italiana in vista di Expo. Vogliamo che si arrivi con un segno forte etangibile della qualità lombarda, attraverso i prodotti e i personaggi che testimoniano la nostracapacità di offrire produzioni diverse”.

www.davidecomaschi.com

Il noto gelatiere torinese Alberto Marchetti ha scelto Settembrini, storico locale romano, per aprire un suo spazio nella capitale. I gusti che si potranno assaggiare dal pomeriggio del 16 maggio in poi, – in via Settembrini 21 – sono i classici, ma con piccole incursioni nella terra natale di Marchetti, il Piemonte, e nelle sue tradizioni: farina bona, bunet, zabaglione…

www.albertomarchetti.it

La tradizione racconta di una bufala campana Guappa, “bella”, invidiata per la grande quantità di latte prodotto e della consuetudine dei maestri pastori dell’agrocampano di miscelare il suo latte con acquavite o distillati per riscaldarsi nei freddi mattini d’inverno.
Facendo tesoro di queste antiche tradizioni nasce oggi Guappa, l’unica crema liquore italiana prodotta con latte di Bufala campana Dop.
Oltre il
latte di bufala campana DOP, l’azienda Antica Distilleria Petrone di Mondragone (Caserta) utilizza brandy invecchiato oltre tre anni, caramello ed una distintiva miscela di distillati aromatici che caratterizza il liquore come intenso e deciso.
In occasione dell’inaugurazione della Scuola Dolce&Salato di Maddaloni, il
Docente Sala/Bar Roberto Onorati ha offerto ai presenti il nuovo cocktail Guapparito con crema liquore Guappa.

Guapparito

4 cl Guappa
4 cl Tequila Reposado
2 cl Liquore Crema al Cioccolato Petrone
granella di pistacchi salati

Shekerare nel boston con ghiaccio Guappa e Tequila, versare il tutto filtrato con lo strainer in una coppa Martini decorate precedentemente con crusta di Liquore al cioccolato e granella di pistacchi salati; infine versare lentamente sulla parete interna del bicchiere il liquore Crema al Cioccolato Petrone.

Barmanager/Maitre Roberto Onorati

Art Cafè Italy

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.dolcesalatoscuola.com

www.distilleriapetrone.it

Tea Time

Muffin ai lamponi
latte intero g 160
uova g 165
zucchero semolato g 125
zucchero invertito g 30
sale g 4
farina g 290
fecola di patate g 30
lievito chimico g 18
olio di girasoli g 85
burro liquido g 90
briciole di lamponi g 100

Mescolare latte, uova, zucchero semolato e invertito, e sale. Setacciare la farina con lievito e fecola, poi unire il mix precedente. Finire con burro liquido a 35°C e olio. Con un sac à poche, distribuire il composto in stampi di flexipan a semisfera. Aggiungere le briciole di lamponi e cuocere per 10 minuti a 180°C.

Sorbetto limone giallo e vaniglia
acqua minerale g 1.200
zucchero semolato g 620
glucosio atomizzato g 171
stabilizzante g 9
polpa di limone giallo zucchero al 10% g 1.000
baccello di vaniglia del Messico g 8

Scaldare l’acqua con glucosio, destrosio e baccello di vaniglia grattugiato. A 45°C, unire lo zucchero mescolato con lo stabilizzante. Pastorizzare a 85°C, passare al chinois e mixare. Raffreddare rapidamente. Lasciare maturare 12 ore. Aggiungere la polpa e lavorare. Passare al chinois e verificare i brix a 27 e mantecare a -7.5°C. Conservare a -20°C e servire a -11°C.

Sorbetto tè verde Sancha
infusione g 662
destrosio g 40
glucosio atomizzato g 50
zucchero semolato g 194
succo di limone giallo g 50
stabilizzante g 4

Scaldare l’infusione con glucosio e destrosio; a 45°C unire lo zucchero mescolato prima con lo stabilizzante. Pastorizzare a 85°C, miscelare e filtrare. Raffreddare rapidamente. Far maturare 12 ore. Verificare i brix a 27 e mantecare a -7,5°C. Conservare a -20° e servire a -11°C.

Per l’infusione
acqua minerale g 1.000
tè verde Sencha g 30

Unire il tè con l’acqua fredda. Fare un’infusione per 4 ore, filtrare e pesare la quantità necessaria, senza schiacciare il tè.

Spuma vaniglia
latte intero g 300
crème fraîche 35% g 200
zucchero semolato g 50
pectina g 3
baccello di vaniglia g 1

Miscelare pectina e zucchero; scaldare il latte e la crème, fare un’infusione con il baccello di vaniglia grattugiato per 15 minuti. A 60°C, unire a pioggia il mix iniziale e portare ad ebollizione. Filtrare.
Inserire nel sifone e tenere al freddo.

Montaggio


Caricare il sifone con 2 cartucce, agitare. Disporre una palla di sorbetto al tè verde e una al limone e vaniglia in una tazza. Rifinire con la spuma di vaniglia e i muffin.

Jérémie Runel
www.studiotoque.com
www.lafabriquegivree.com

 

 

La neurogastronomia aiuta a comprendere le motivazioni alla base delle nostre scelte dietetiche ed è una strada che porta lontano perché quella del cibo è definibile quasi “Mitologia”. Il cervello ha infatti guidato le scelte alimentari di migliaia di generazioni, tra istinti innati e comportamenti acquisiti, contribuendo allo sviluppo della cultura e al miglioramento della vita.
La mente può trasformare un piatto in un’esperienza indimenticabile, crea le distorsioni dei disturbi del comportamento alimentare, e possiamo parlare di vera psicologia del cibo a cura di patologie depressive.
Il prossimo 24 maggio presso la sede di Viale Elvezia del CAM Centro Analisi Monza, si terrà il convegno dal titolo Cibo e Cervello. Neurogastronomia tra piaceri alimentari e disordini dietetici, organizzato
dal CAM in collaborazione con il Centro studi sulla storia del pensiero biomedico dell’Università di Milano Bicocca (www.cespeb.it).
Si indagheranno le nuove prospettive di ricerca e di comprensione in ambito nutrizionistico e medico aperte dalla neurogastronomia con la partecipazione di Michele Carruba, Professore di Farmacologia presso l’Università degli Studi di Milano, e Luigi Losa, giornalista e co-direttore de “Il Cittadino”. Dopo una serie di interventi più scientifici, i lavori si concluderanno con una degustazione e pranzo guidati a cura dell’Istituto Alberghiero Ballerini e dell’Associazione Cuochi Brianza di Seregno.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il nostro libro “Arte e virtù del mangiare”, a cura del prof. Fernando Tateo, Ordinario di Scienze e Tecnologie Alimentari nell’Università degli Studi di Milano e membro dell’American Chemical Society, e dello chef Gennaro Vitto, è entrato a far  parte dei 20 titoli della selezione 2014 della 17ª edizione di Libri da Gustare, appena annunciati al Salone del Libro di Torino dall'Associazione Culturale Ca dj’Amis.
È quindi possibile votare i titoli più gustosi su www.libridagustare.it: i volumi sono suddivisi in quattro sezioni e si può esprimere solo una preferenza per ogni sezione. Verrà proclamato un vincitore per ciascuna categoria per eleggere "i quattro titoli più gustosi dell'anno”.
Se vi fa piacere…votateci!!!

In veste di membro del Club Ambasciatori Cacao Barry, Davide Comaschi prosegue la sua missione di portabandiera dell’eccellenza e della maestria artigianale italiana nel mondo.
Grazie al campione mondiale di cioccolateria e pasticceria, il tipico dolce lombardo lascia la tradizionale veste natalizia e approda in Francia come simbolo dell’intera arte pasticcera italiana.
Su richiesta del Direttore della Chocolate Academy Philippe Bertrand, Comaschi illustrerà la ricetta del Panettone nazionale ad una delle più illustri ambasciate nel settore della pasticceria francese, in occasione del seminario organizzato da Cacao Barry il 12 e 13 maggio nella piccola cittadina di Le Vaumain.
In grado di coniugare tradizione e innovazione, il campione affiancherà varianti e preziosi consigli alla classica ricetta, dinanzi a membri relais desserts, Maestri pluripremiati e decorati del titolo di Meilleur Ouvrier de France, rappresentanti dell'eccellenza pasticcera nel mondo e, in questa occasione, pronti a prendere appunti sul prezioso know-how italiano.

www.davidecomaschi.com

www.cacao-barry.com/it

che_fame_web.jpg

SCARICA LA NOSTRA APP

pi_app.jpg
ce_app.jpg

Visita il nostro E-Shop

Visita il nostro E-Shop
cerco-offro.jpg
nostri-distributori.jpg
Copyright © - 1998-2019 Chiriotti Editori s.r.l. All rights reserved
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy Tel. +39 0121 393127 - Fax +39 0121 794480 Partita Iva e Codice Fiscale 01070350010