pasticceria

PASTICCERIA

Tutto Gelato 2017

GELATO

CulturaCioccolato 2017

CIOCCOLATO

cucina

CUCINA

caffe

CAFFE'

packaging

PUNTO VENDITA

Banner fattore Debic 1100x150 animato2

Mercoledì, 06 Dicembre 2017 13:11

Morbidi, tradizionali

La grappa invecchiata più famosa al mondo è quella delle Distillerie Berta. L’azienda visionaria, fondata a Nizza Monferrato, At, nel 1947 da un illuminato Paolo Berta, da alcuni anni si è trasferita a Mombaruzzo, At. Oltre alle cantine e alla distilleria si è arricchita, nel tempo, di un parco botanico di 8 ettari, di un museo della grappa, di due relais (Villa Prato e Villa Castelletto) e di una pasticceria. Qui si producono gli amaretti morbidi di Mombaruzzo, secondo la ricetta della Pasticceria Moriondo Carlo, acquisita dall’azienda.


Il dolce tipico alle mandorle deve la sua invenzione a una storia d’amore: quella nata alla corte del re di Savoia, dove una giovane pasticcera siciliana e un economo di nome Francesco Moriondo si incontrano e si innamorano. A loro la paternità del prodotto, a base di mandorle, armelline, albumi e zucchero, di cui ne vengono realizzate diverse versioni, con frutta candita, polvere di caffè, nocciola o con l’immancabile grappa. Berta è una delle poche aziende che ancora producono questo biscotto, con origini e ingredienti semplici, parte integrante delle tradizioni locali. Da sempre nelle case della zona, l’amaretto morbido viene offerto agli ospiti insieme al caffè oppure a un bicchierino di grappa. Un dolce piccolo, ma onnipresente nella vita di tutti i giorni: dalle generazioni passate ai più giovani, tutti gli abitanti della zona conservano vivo il ricordo delle vacanze estive passate a fasciare gli amaretti, ossia a confezionarli nella caratteristica carta crespa, come lavoro stagionale per guadagnare la paghetta. Ma a Francesco Moriondo si deve anche la ricetta originale del panettone, che Berta ha studiato e riprodotto fedelmente. In azienda si producono infatti solo panettoni a lievitazione naturale e con lievito madre: c’è una versione classica del Panettone Glassato Piemonte, arricchito di uvette e canditi, ricoperti di croccante glassa con nocciole Piemonte Igp e cosparsa di mandorle e zucchero; ma c’è anche un panettone dal cuore morbido con gocce di fondente e gelatina di Bric del Gaian 2008, una grappa invecchiata prodotta da vinacce di uve Moscato, dal sapore avvolgente.

www.distillerieberta.it

Sarah Scaparone

PANETTONE TRADIZIONALE

Letto 164 volte Ultima modifica il Mercoledì, 06 Dicembre 2017 13:15

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.