meet_massari_roma_agg_280818_1100x150.gif
Lunedì, 08 Ottobre 2018 09:20

Concorso Torta Caprilli

La Città di Pinerolo presenta il concorso di pasticceria Torta Caprilli
Leggi il il regolamento

 

In occasione del 150° Anno Caprilliano, che celebra la nascita del Capitano di Cavalleria Federigo Caprilli, la Città di Pinerolo, in provincia di Torino, ha organizzato numerose iniziative per ricordare la figura storica che ha cambiato l’equitazione a livello mondiale. Tra queste, anche un concorso rivolto a tutte le pasticcerie, cioccolaterie e scuole di arte bianca della città per la creazione della Torta Caprilli, un dolce artigianale da viaggio o da credenza*.
Organizzato in sintonia con la nostra casa editrice Chiriotti Editori, Streglio e CFIQ, il concorso Torta Caprilli si terrà a Pinerolo il prossimo 9 dicembre. Le iscrizioni e i progetti dovranno essere inviati entro e non oltre il 20 novembre 2018 (Clicca QUI per il regolamento).
Ai candidati del Concorso Torta Caprilli è richiesta la preparazione di una torta al cioccolato da 8 porzioni da portare in degustazione in occasione dell'iniziativa Panettone in Vetrina. La Torta Caprilli dovrà ispirarsi e raccontare la figura dell'omonimo Capitano, noto nel mondo per aver inventato il Metodo Naturale di Equitazione. Una giuria valuterà estetica, impiego del cioccolato, taglio, cura e completezza della ricetta, creatività e/o l'originalità, sapore e armonia tecnica della struttura complessiva del dolce, come pure la proponibilità commerciale complessiva del prodotto.
Il dolce da forno deve essere composto da cake montato, cake mescolato con frutta candita o frutta secca… Sono ammesse gelatine di frutta, canditi, confetture e marmellate, ganache da cottura, glasse anidre e frolle. È importante che non abbia creme fresche e che non debba essere conservato in frigo, ma conservabili a temperatura ambiente per almeno una ventina di giorni. È possibile prevedere creme al burro e, se lo si desidera, per distinguere il gusto o riconoscerne la tipologia possono essere decorate al cornetto con la scritta del nome o dell’ingrediente base.

 

*Le torte da credenza abbracciano tutto quel panorama dolciario che appartiene alla nostra gloriosa tradizione, fatta di crostate, dolci soffici e cake alla frutta, solitamente senza crema in aggiunta o panna che possa deperire.
La definizione “da credenza” deriva proprio dal fatto che questi dolci erano conservati, appunto in credenza, per giorni, senza che si andasse incontro a un deperimento della qualità. Si possono gustare a tutte le ore della giornata: dalla colazione allo spuntino pomeridiano, al dopocena.
Nell’Italia di fine Ottocento il dizionario Tommaseo-Bellini, uno dei primi della lingua Italiana, pubblicato nel Risorgimento che attesta tutto il patrimonio della tradizione, alla voce “credenza” si legge “armadio dove ripongonsi le cose da mangiare” ma anche “la tavola apparecchiata per porvi su piatti, e altri vasi e vivande a uso della mensa”. La credenza è dunque il mobile in cui sono conservate le stoviglie di casa, quelle di solito utilizzate per i pranzi importanti e adornate di merletti. Prima dell’inizio di un banchetto, il mastro credenziere, il servitore più fidato della famiglia, entrava nella stanza a “far la credenza”, cioè ad assaggiare le varie pietanze prima di servirle e restava in sala per tutta la durata del pasto. Tale abitudine aveva origini molto antiche, risalenti al Medioevo, quando nei periodi di lotte tra le diverse Signorie, occorreva tutelarsi da avvelenamenti durante i sontuosi banchetti.
(fonte, Leonardo Di Carlo, autore del best seller “Tradizione in Evoluzione – Arte e Scienza in Pasticceria”, Chiriotti Editori; riferimenti storici tratti dalla Collezione/Centro Studi “Pasticceria Internazionale”).


I progetti, insieme all’iscrizione, sono da inviare via email con nome, cognome, nome azienda/scuola, breve cv a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre il 20 novembre 2018.

Per informazioni:
Roberto Bellasio
0121361271
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Letto 499 volte Ultima modifica il Lunedì, 08 Ottobre 2018 10:14

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Cerca nel sito

SCARICA LA NOSTRA APP

pi_app.jpg
ce_app.jpg

Visita il nostro E-Shop

Visita il nostro E-Shop
Copyright © - 1998-2018 Chiriotti Editori s.r.l. All rights reserved
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy Tel. +39 0121 393127 - Fax +39 0121 794480 Partita Iva e Codice Fiscale 01070350010